La frutta estiva.


Ispirare uno stile di vita sano in tutto il mondo: la scelta di Nora Manzur

Nora Manzur con "JuicePLUS+"

Per la prima volta su questo Blog vi parlerò di integratori naturali. E' una vera novità ma ho deciso di scrivervi oggi per svariate ragioni: innanzittutto, perchè prima che un prodotto, "JuicePLUS+" è un messaggio rivolto a tutto il mondo per ispirare uno stile di vita salutare, sano e naturale. In secondo luogo, perchè di questo messaggio è portatrice una persona speciale, che ci crede talmente tanto da essere stata 3 anni fa – e lo è tuttora – sua cliente e anche sua sponsor: Nora Manzur

Con un irresistibile accento argentino che smentisce le sue origini, quando la chiamo al cellulare mi racconta la sua storia dalla sua casetta a Morgex, in cui sta trascorrendo le meritate ferie.
Nora ed io ci siamo conosciute tramite FaceBook e abbiamo capito fin da subito, seguendoci tra foto e messaggi, che eravamo "anime belle" e " anime amiche", condividendo gli stessi valori di cui parla questo Blog: Amore, Alimentazione e Allenamento. Innanzitutto, l'amore per la Montagna, per le cose sempilici e genuine, per uno stile di vita sano scandito dai ritmi della Natura, per lo Sport (yoga, trekking, scialpinismo e tutto ciò che riguarda i nostri amati monti, su cui lei da anni vive). Ci siamo conosciute di persona a Courmayeur, bellissimo paese della Valle d'Aosta, in cui Nora lavora,  ma allora era in veste di volontaria speciale alla corsa goliardica che si svolge ogni anno, l'"Arrancabirra". Ci siamo subito riconosciute, anche se io andavo un po' di corsa!, perchè il suo sorriso e l'energia che trasmette sono davvero qualcosa di unico e speciale. E in parte questo – dice Nora – è merito di JuicePLUS+, con il quale ha ritrovato il benessere psicofisico, anche dopo problemi alle articolazioni a seguito di un incidente, e tanta tanta energia per il lavoro e la sua famiglia, ma anche per tornare in Montagna e praticare Sport ogni giorno. "Fare stare bene e in forma gli altri, come sono tornata ad esserlo io, questa per me è la gioia più grande", mi confessa Nora.
Ha fatto provare anche a me le barrette JuicePLUS+, "provare per credere" mi ha detto, le stesse di cui molte Guide Alpine Valdostane di Cervinia e di Courmayeur si riforniscono tramite lei.
Ora cerchiamo di scoprire qualcosa di più.


Cos'è JuicePLUS+?
Noi SIAMO quello che MANGIAMO! L‘alimentazione, infatti, influisce significativamente sulla nostra salute e sulla nostra bellezza. Seguendo un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura, possiamo fornire un importante contributo al nostro benessere.
La frenetica vita moderna ci porta purtroppo a consumare sempre più cibi pronti che contengono molti ingredienti artificiali, grassi modificati chimicamente e troppi zuccheri. Molte persone soffrono di carenze delle indispensabili sostanze naturali contenute nella frutta e nella verdura. La sinergia (l‘interazione) di questi elementi permette uno svolgimento ottimale delle funzioni fisiologiche influendo positivamente su salute e benessere. Da questo punto di vista è determinante il ruolo svolto dai fitonutrienti. Per fornire all‘organismo i micronutrienti di cui ha bisogno, bisognerebbe consumare ogni giorno almeno 5 porzioni di diversi tipi di frutta e verdura (circa 650 g). La campagna internazionale delle “5 porzioni al giorno“ ha un solido fondamento scientifico anche se purtroppo sono pochi coloro che riescono a rispettare queste raccomandazioni al giorno d’oggi. Juice PLUS+ è una soluzione ideale per aiutarci a colmare questo divario con i preziosi ingredienti di frutta, verdura e bacche. 
Ma per raggiungere un buon equilibrio dobbiamo anche pensare ai macronutrienti, al fatto che le persone consumano spesso, come già detto, troppe proteine e grassi o zuccheri raffinati.
Ed è con questo pensiero che é stata sviluppata la linea dei prodotti Juice PLUS+ Complete, un’armoniosa combinazione di pasti sani e vari, seguendo le raccomandazioni dei principali Istituti Internazionali per la Nutrizione. Nonostante il loro ridotto contenuto calorico, i prodotti Juice PLUS+ Complete sono stati formulati per un prolungato senso di sazietà grazie ad una bilanciata miscela di macronutrienti, diventando così affidabili compagni di uno stile di vita più salutare.


Ecco i suoi punti di forza:

- LE FASI DELLA PRODUZIONE
1. Juice PLUS+ è composto da frutta, verdura e bacche  della più elevata qualità. 2.  Tutti gli ingredienti Juice PLUS+ vengono raccolti  a piena maturazione per ottenere il massimo contenuto di micronutrienti e fitonutrienti. 3.  A seguito di un lavaggio delicato e accurato, frutta e verdura vengono lavorate quando sono ancora fresche. 4.  La spremitura delle varietà di frutta, verdura e bacche selezionate viene effettuata direttamente in loco e a basse temperature (la spremitura favorisce il rilascio  dei nutrienti dalla struttura vegetale rendendoli maggiormente biodisponibili). 5.  Grazie ad un processo unico di spremitura e disidratazione,  di proprietà esclusiva, vengono concentrate le preziose sostanze fitonutrienti. 6.  Successivamente viene aggiunta parte della polpa disidratata di frutta, verdura e bacche e vengono integrati alcuni specifici micronutrienti di origine naturale.

- L'IMPORTANZA DEI MICRONUTRIENTI
I micronutrienti includono vitamine, fitonutrienti, minerali e elementi traccia. Tutti questi risultano essenziali per il funzionamento ottimale del nostro organismo. I fitonutrienti possono rafforzare il sistema immunitario, proteggere il corpo dai radicali liberi e sono antiossidanti naturali. I fitonutrienti sono presenti in concentrazioni particolarmente elevate in JuicePLUS+. 

- BIODISPONIBILITÀ
Biodisponibilità é un sistema di misurazione che indica con che velocità ed efficacia una sostanza viene assorbita e messa a frutto dal nostro corpo. Il valore di Juice PLUS+ sta  nella sinergia dell’ampia gamma di micronutrienti della frutta, verdura e bacche in esso contenute, la cui biodispobilità si è dimostrata eccellente.

- LA RICERCA JUICE PLUS+
Fin dal 1995,studi scientifici condotti su JuicePLUS+ hanno dimostrato gli effetti positivi sul sistema immunitario, lo stress ossidativo, i vasi sanguigni e la salute dell’epidermide, in particolare:
Mantenere la normale funzionalità immunitaria 
Mantenere la normale funzionalità immunitaria durante/dopo un’intensa attività fisica
Proteggere le cellule dallo stress ossidativo 
Mantenere la normale funzionalità dei vasi sanguigni 
Mantenere il metabolismo dell’omocisteina 
Mantenere l’epidermide in salute 
Mantenere denti e gengive sani 
Mantenere una normale crescita dei tessuti durante la gravidanza
Gli studi garantiscono ai consumatori che il consumo di Juice PLUS+ sia scientificamente controllato.  Molti investimenti vengono fatti nella ricerca; anche per il futuro Juice PLUS+ è costantemente sottoposto a studi scientifici a breve e lungo termine.

- SOLO INGREDIENTI NATURALI
I prodotti JuicePLUS+ (capsule e gel, bevande e shake, barrette e snack) sono privi di conservanti, dolcificanti, aromi e coloranti artificiali, lattosio, stabilizzanti chimici, organismi geneticamente modificati (OGM). Sono Gluten free e Vegan friendly.

Per saperne di più, potete rivolgervi personalmente a:

Nora Manzur

http://noramanzur.juiceplus.com/

+39 338/2296825

 


Cetrioli

I cetrioli sono ortaggi tipici dell’estate ricchi d’acqua e molto rinfrescanti. Scopriamo tutte le proprietà e i valori nutrizionali dei cetrioli ma anche alcune idee per utilizzarli in cucina.

I cetrioli fanno parte della famiglia delle Cucurbitaceae, la stessa a cui appartengono zucche e zucchine. 

I cetrioli hanno proprietà diuretiche e disintossicanti, si possono consumare ad esempio per prevenire problemi di ritenzione idrica ma anche nell’ambito di una dieta detox per eliminare più facilmente le tossine accumulate nel corpo.

Aiutano anche a sgonfiare la pancia e a pulire l’intestino grazie alla presenza di acqua e fibre. Al loro interno vi è poi l’acido tartarico, una sostanza che riesce ad evitare che i carboidrati si trasformino in grassi con il vantaggio dunque di favorire la perdita di peso o quanto meno di scongiurare nuovi accumuli. E’ per questo che il cetriolo è spesso consigliato a chi sta a dieta.

Poiché contengono silicio e altri sali minerali e vitamine, i cetrioli contribuiscono a combattere la stanchezza e agiscono come un integratore naturale. Sono inoltre ricchi di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie e iposodici, aiutano quindi a tenere nella norma la pressione sanguigna.

Altre proprietà dei cetrioli sono infine l’effetto benefico sulla glicemia e il fatto di aiutare la digestione.

Ricapitolando il cetriolo è: diuretico, disintossicante, antiossidante, antinfiammatorio, aiuta a tenere la pressione sanguigna nella norma, sgonfia la pancia, pulisce l’intestino, favorisce la perdita di peso, tiene a bada la glicemia, combatte la stanchezza e aiuta la digestione.

I cetrioli sono composti da circa il 96% di acqua. Contengono però anche carboidrati, fibre e proteine in piccole quantità. Presenti anche sali minerali e vitamine (ad esempio lavitamina C). Questo il contenuto di nutrienti e altre sostanze in 100 grammi di cetrioli crudi.

Acqua (g): 96.5 

Proteine (g): 0.7 

Lipidi(g): 0.5 

Colesterolo (mg): 0 

Carboidrati disponibili (g): 1.8 

Amido (g): 0 

Zuccheri solubili (g): 1.8 

Fibra totale (g): 0.8 

Fibra solubile (g): 0.21 

Fibra insolubile (g): 0.54 

Alcol (g): 0 

Energia (kcal): 14 

Energia (kJ): 59 

Sodio (mg): 13 

Potassio (mg): 140 

Ferro (mg): 0.3 

Calcio (mg): 16 

Fosforo (mg): 17 

Tiamina (mg): 0.02 

Riboflavina (mg): 0.03 

Niacina (mg): 0.6 

Vitamina A retinolo eq. (µg): tr 

Vitamina C (mg): 11

Una delle sue principali controindicazioni, invece, è quella di non essere facilmente digeribile.

Per ottenere il massimo dei benefici dal consumo di cetrioli, sarebbe bene mangiarli crudi. In questo modo si mantiene inalterato l’apporto di vitamine e sali minerali e inoltre non si perde la grande ricchezza d'acqua. Si consiglia anche di consumarli con la buccia in quanto in essa si raccolgono gran parte di magnesio, potassio e silicio. Naturalmente è bene che si tratti di cetrioli di provenienza biologica o coltivati da voi stessi.

In cucina può essere impiegato in molteplici e semplici ricette, da quella della deliziosa salsa greca tzatziki, alle insalate. Una insalata che strizza l'occhiolino all'estate e alla Grecia e che a me piace molto è proprio questa: 100 gr di rucola o mix rucola e valeriana, 200 gr pomodorini datterini, 1 cetriolo tagliato a rondelle sottilissime, una manciata di olive taggiasche, 1/4 di cipolla di tropea tagliata sottilissima e alla feta io preferisco la ricotta fresca di capra o tofu cotto al forno con soia e aromi. Al posto di olive e cipolla, spesso metto semini, in particolare di zucca. Condita con un filo di olio evo, sale e balsamico. 

(Fonte: www.greenme.it)


Se hai voglia di...

"Voglie".

"Ambrogio, avrei un leggero languorino. La mia non è fame...è più voglia di qualcosa di buono!"

Anche a voi è capitato di avere "voglia" di un alimento, in particolare? 

A me  capita spesso col cioccolato fondente, di cui sono golosissima, quando sono stanca o triste, oppure ho voglia di rilassarmi.

È bene ascoltare queste "voglie"? Assolutamente SI, perché sono segnali del nostro corpo che ci dice che ci mancano degli elementi nutritivi importanti (sia micro, come sali minerali e vitamine, che macro, come grassi). 

La voglia di cioccolato, ad esempio, è il segnale che ci manda il nostro corpo attraverso il cervello per indicarci una carenza di magnesio e vitamine B. 

Quindi è giusto assecondare questa voglia? 

In parte SI: infatti, non a caso il cioccolato fondente (cacao amaro) è proprio una delle principali fonti di magnesio, che sostiene il cuore, riduce lo stress, rilassa la muscolatura e al contempo fornisce energia. 

Tuttavia, sovente le nostre "voglie" sono più associate a delle "schifezze": in questo caso, è bene dare ascolto, interpretando il segnale e sostituendo la voglia con qualcosa di più sano che sia sempre "comfort food" e che soddisfi i nostri bisogni. Questo non significa non sgarrare mai! Semplicemente, significa essere più consapevoli di queste "voglie" e, se si vuole, interpretarle correttamente.

Nella tabella sono indicati degli esempi.

Infine, avendolo citato, ricordiamo che qualche giorno fa abbiamo parlato proprio della importanza del magnesio, che è ulteriormente approfondita nelle tabelle, qui sotto. 


Cure naturali per cambi di stagione e mezze stagioni

Pappa reale fresca.

Per ritrovare Energie, Benessere ed Equilibrio...

Ognuno di noi ha le sue stagioni preferite. A me piacciono molto l'autunno, l'inverno e l'estate mentre faccio proprio tanto fatica in primavera, sebbene sia bellissima per i suoi colori, le giornate che si allungano, gli alberi in fiore e le gradevoli temperature.

Per vivere al meglio questa stagione, che mi dà tanta stanchezza e qualche disturbo del sonno, il mio piccolo segreto è il Magnesio Supremo, una sferzata di energia per riequilibrare in tempi rapidi i corretti scambi metabolici e restituire una condizione di benessere generale. Il Magnesio Supremo è una formula a base di magnesio carbonato e acido citrico che in acqua diventa magnesio citrato. Magnesio in forma citrata, una formulazione ad alta assimilabilità, che l’organismo riconosce velocemente, poiché rende permeabile la membrana plasmatica assicurando scambi rapidi tra le cellule nervose e quelle muscolari. Lo troviamo in commercio in polvere da sciogliere in acqua, si stempera velocemente e la bevanda ha un gusto gradevole.

Proprietà

Il Magnesio stimola la produzione di più di 300 enzimi e partecipa al metabolismo di molti nutrienti basilari, zuccheri, proteine, grassi, carboidrati. È un fondamentale regolatore dell’assunzione e dell’assorbimento del calcio e insieme coordinano il corretto apporto di elettroliti nei muscoli, contrastando irrigidimenti e crampi, dovuti spesso alla carenza di sali minerali, stress, affaticamento. Favorisce l’assorbimento di vitamine B, C, D, E, controlla l’equilibrio acido-basico gastrointestinale risolvendo così fenomeni di stipsi e aiuta a diminuire il livello di trigliceridi nel sangue.

Quando serve

Il nostro organismo lancia dei segnali SOS quando siamo in deficit di magnesio, specialmente in periodi di forte stress, affaticamento e caldo eccessivo o cambi di stagione (ad esempio, proprio in primavera), tutte situazioni che depauperano la nostra riserva di sali minerali. Vediamo alcune condizioni che potrebbero essere dovute a carenza di Magnesio. A livello fisico: Crampi muscolari, Stitichezza, Mal di testa, Aritmie cardiache, Gastriti, Dolori vertebrali, Fragilità ossea, Calcoli renali, Stanchezza, Insonnia. A livello emotivo: Agitazione, Depressione, Sbalzi d’umore, Astenia.

Il giusto apporto di Magnesio favorisce un corretto riequilibrio metabolico e la remissione di disturbi causati dal suo deficit. Molto indicato per donne e sportivi.

Controindicazioni

Il Magnesio Supremo non presenta controindicazioni e la sua formulazione ne consente l’utilizzo a tutte le età. È raccomandato un dosaggio controllato e solo dopo consulto medico in caso di insufficienza renale.

Passando poi all'autunno, che io amo enormemente per i suoi colori e odori, le corse nei boschi e i giri in bicicletta tra i vigneti, i funghi e i tartufi, le zucche e le castagne, l'uva e i cachi, la legna sul fuoco e le foglie ingiallite...è anche la stagione dei primi raffreddori, in cui il nostro sistema immunitario si indebolisce. E come le foglie, cadono i capelli!

Il mio segreto per affrontare al meglio questa bellissima stagione, è la Pappa Reale fresca (quella che si tiene in frigorifero, per intenderci). La Pappa Reale è un prodotto di origine animale tonico, ricostituente e antiinfiammatorio. 

Proprietà 

I costituenti principali della Pappa Reale sono acqua, proteine, zuccheri, lipidi e sali minerali. Anche se presentano delle variazioni notevoli, la composizione della gelatina reale rimane relativamente costante confrontando alveari diversi. L’acqua compone circa i due terzi della gelatina reale fresca ma analizzando il peso secco, le proteine e gli zuccheri sono le frazioni di gran lunga più rappresentate. Le proteine compongono in media il 73.9% in peso; una gran parte della quale sottoforma di aminoacidi, sia allo stato libero sia combinato. Tutti gli otto amminoacidi essenziali per l’uomo sono presenti. Gli zuccheri comprendono principalmente fruttosio e glucosio in proporzioni relativamente costanti, simili al loro contenuto nel miele, il fruttosio quindi prevale. In molti casi il fruttosio e il glucosio rappresentano assieme il 90% degli zuccheri totali mentre il contenuto di saccarosio varia considerevolmente da un campione all’altro. Il contenuto lipidico è, da molti punti di vista, una caratteristica molto interessante della gelatina reale. La frazione lipidica è costituita per l’80-90% in peso da acidi grassi liberi con strutture molecolari insolite nonché rare. Essi sono principalmente acidi grassi idrossilati o acidi dicarbossilici a corta catena comunemente contenuti in alimenti di origine animale e vegetale. Questi acidi grassi sono responsabili della maggior parte delle proprietà biologiche associate alla gelatina reale. I sali minerali contenuti in maggior quantità sono, in ordine decrescente K, Ca, Na, Zn, Fe, Cu e Mn, con una forte prevalenza del potassio. Le vitamine presenti in grande quantità sono la Tiamina (B1), Riboflavina (B2), Nicotinamide (B3 o PP), Acido Pantotenico (B5), Piridossina (B6), Mesoisositolo (B7), Biotina (Be o H), cido folico (B9). Presenti in piccolissime quantità sono la Vitamina A, Vitamina C, Vitamina D, Vitamina E. Altri costituenti sono l’Acetilcolina, un fattore antibatterico e antibiotico, prodotto durante la  digestione delle api di melata, nettare e polline.

Alleata di...

La gelatina reale è stata inizialmente riconosciuta per i suoi effetti ringiovanenti sull’organismo umano.  Assunta oralmente per 1 - 2 mesi, lasciandole il tempo di fondersi sotto la lingua nelle dosi di 200 – 500 mg al giorno, funge da tonico e da stimolante, con un effetto euforico sugli esseri umani in buona salute. L’assunzione di gelatina reale è solitamente associata a un senso di benessere generale, cioè sortisce un effetto positivo nei riguardi delle performance fisiche e intellettuali (aumentata resistenza ad affaticamento, capacità di memorizzazione migliore) e sul loro stato mentale (senso di benessere ed euforia). La presenza di vitamina B5 è un potente "anti-eta’":ritarda gli effetti dell’invecchiamento della  pelle e funziona bene anche in alcune patologie, come ad esempio contro il lupus eritematoso. La componente più preziosa della pappa reale è l’acido 10-idrossidecenoico, un grasso che esercita attività antibatterica e antitumorale.

Questo importantissimo principio organico è presente nell’alimento fresco e raggiunge la sua massima concentrazione durante la fase di elaborazione della pappa reale che si svolge nelle ghiandole faringee delle api nutrici e diminuisce man  mano che il prodotto invecchia.

Proprio questo fatto ci informa sulla necessità di consumare quanto più possibile la pappa reale fresca. Inoltre, riguardo all’acido 10-idrossidocenoico (Hda) è importante controllare che il suo contenuto sia pari all’1,9% del prodotto, perché solo a partire da una concentrazione pari al 1,5% la pappa reale ha potere antibatterico e antitumorale. 

La Pappa Reale è usata per fortificare l’organismo in periodi particolari, come i cambi di stagione, prima di un esame, in momenti di stanchezza, affaticamento, dalle donne in gravidanza o in fase di allattamento, da bambini e anziani, per via delle sue proprietà benefiche.

Usi 

Può essere usata fresca o liofilizzata. Si assume per via orale, a stomaco vuoto, preferibilmente 15-30 minuti prima della colazione, a dosi variabili a  seconda della costituzione e delle necessità. La dose è di circa una palettina (0.5-1 g) sciolta sotto la lingua per ottenere un maggior beneficio perché le ghiandole sublinguali ne favoriscono l’assorbimento senza l’intervento dei succhi gastrici che potrebbero limitarne l’effetto positivo. E’ consigliabile l’utilizzo 2-3 volte l’anno per periodi di 20-30 giorni. Da quanto detto si può notare che gli elementi chimici presenti nella composizione della pappa reale sinergizzano perfettamente tra loro e ne moltiplicano l’efficacia, anche se contenuti in piccolissime quantità. La gelatina reale racchiude in se quasi tutti gli elementi base della vita, per questo motivo è utilissimo farne uso a qualsiasi età e senza alcuna preoccupazione. I suoi campi d’impiego sono pressoché illimitati poiché essa rappresenta una naturale integrazione alimentare e manifesta la sua azione su tutto l’organismo. 

Controindicazioni

La pappa reale non ha controindicazioni. Sebbene avvenga raramente può causare in alcuni individui reazioni allergiche.


Benvenuti, nutrienti!

I principi nutritivi

Buongiorno, lo sapevate che la barbabietola aiuta l'assorbimento del ferro e che i cavolini di Bruxelles, che ci sono in questa stagione, sono tra le verdure più ipocaloriche ma ricche di micronutrienti? E che curcuma, peperoncino e zenzero da quando comincerete a seguirmi non mancheranno più nella vostra cucina?

Ma cominciamo con ordine: ecco a voi una breve introduzione ai nutrienti che si dividono in macro (carboidrati, proteine e lipidi) e micro (sali minerali, vitamine e acqua). Il nostro corpo ha bisogno di tutti questi elementi e sotto sforzo può avere bisogno di integrarli e/o introdurli prima o dopo...ma andiamo a scoprirli insieme insieme ad altre tante piccole curiosità!

Carboidrati: si trovano comunemente in pane, patate, pasta e riso e in buona percentuale anche nei legumi, di cui vi parlerò dettagliatamente in uno dei miei prossimi post. Come vedete nella tabella, la loro funzione è fondamentale, quindi per cortesia non parlatemi di quelle diete senza carbo che potrei svenire! Ancora più indispensabili lo sono per chi pratica sport di resistenza. È però altrettanto vero che vanno assunti combinandoli correttamente con gli altri alimenti (MAI doppio carboidrato!) e scegliendoli bene. Ad esempio, parliamo di pane: lo sapevate che il migliore è quello di segale? E la pasta, meglio sceglierla di farro o integrale, quella di kamut è più proteica a parità di calorie ma anche molto ricca di glutine, per cui meglio fare attenzione...e avete provato quelle di farina di legumi (piselli, ceci e lenticchie) che cuociono in soli 3 minuti e sono super proteiche? Sul riso dedicherò una sezione a parte perché è un alimento non solo importantissimo per tutta la popolazione mondiale ma che mi fa impazzire...ma anche in questo caso, c'è riso e riso! E le patate bollite o al forno non devono assolutamente mancare, in realtà, per lungo tempo erronemante bandite, sono un alimento ipocalorico, povero e sano!

Proteine: si trovano comunemente in carne, pesce, uova e latte, nonché in tutti i sostituti della carne come legumi (i più comuni sono piselli, fagioli, ceci e lenticchie, che contengono anche una buona parte di carboidrati e pochissimi grassi), tempeh e tofu,... Le proteine sono il cibo per i nostri muscoletti e non vanno trascurate! Personalmente cerco di limitare il mio consumo di carne, un po' per abitudine e molto per scelta etica perché basta documentarsi e si trovano molti buoni sostituti vegetali ma da buona mezza piemontese non rinuncio a consumare ogni tanto un po' di carne battuta al coltello o da simpatizzante golosa valdostana e valtellinese un po' di mocetta/bresaola e penso che ogni tanto un po' di carne bianca (di pollo, meglio se il petto e senza pelle, o tacchino) che è proteica e magra si possa tranquillamente mangiare con buona pace di corpo e coscienza! So che molti di voi potrebbero dissentire visti gli allevamenti intensivi e vi do ragione ma il mio Blog desidera essere aperto e non giudicante! Ad ogni modo proprio per la storia degli allevamenti intensivi preferisco anche non mangiare uova, anche perché sapete quanti tuorli sprecati? Via libera al pesce, soprattutto quello dei nostri mari: non vi ho detto che mi hanno spesso definito vegittica come i primi cristiani?! Infine, il latte e lo yogurt: per chi lo digerisce (io devo averne assunto troppo da piccola) va benissimo quello di mucca (200 ml la mattina) ma avete provato i sostituti vegetali che bontà e che alta digeribilità? Vi dedicherò una sezione a parte. Lo yogurt è un ottimo spuntino (e io adoro quello greco magro), come lo possono essere anche un frutto o 30 grammi di noci o 60 gr di cioccolato fondente, che fa bene anche all'umore e al cervello. Chiudo chiedendovi se sapevate che proprio anche le noci, oltre ad essere ricche di grassi "buoni" sono proteiche, così come i deliziosi semi di zucca?

Grassi: guai a chi me li denigra! Ci sono grassi "buoni" e grassi "cattivi", anche se non mi piace parlare così del cibo. L'importante come in tutti i casi sono le porzioni e sapere scegliere consapevolmente. Rientrano nella categoria dei grassi buoni: olio evo, salmone, avocado, noci, semi vari, cioccolato fondente di qualità... Da mezza ligure sono una fan sfegatata dell'olio EVO, nella mia cucina non esiste burro (anche se a crudo non è poi così male ma non ce la posso fare...) e uso solo quello di oliva taggiasca di mio zio Romano, che misuro con un cucchiaio raso da minestra (2/3 a pasto).

Infine, riservo un capitolo a parte per le mie preferite frutta&verdura, fonte di vitamine, sali minerali e acqua...c'è un interessantissimo mondo colorato tutto da scoprire! 

 


I nutrimenti della Felicità 2.0 :-)


Abbiamo tanto riso!


Pane di segale


7 alimenti antidolorifici


Curcuma

Le proprietà della curcuma


Proteine: la carne


Proteine: i legumi


Proteine vegetali


Latte vegetale


Ricotta: che delizia!


"Take it easy!"


Acqua e limone: una buona sveglia


Frutta e verdura: "Colour Power"!


Gli antiossidanti


Carote viola: "wow!"

Buongiorno! Oggi parliamo della carota viola. Avessimo tempo, essendo frutta e verdura uno dei miei argomenti (ed alimenti!) preferiti, dedicherei ampio spazio a ciascuna...purtroppo, dovrò invece fare una selezione, iniziando proprio dalla carota viola, una verdura poco calorica (35 kcal ogni 100 gr) ma ricca di sorprese!

Può sembrare una stranezza ma le carote in origine erano proprio viola e ora se ne sta riscoprendo il valore, anche in termini di biodiversità. La trovate ormai facilmente al supermercato e dal verduriere. Dalla carota arancione, di cui mantiene praticamente lo stesso sapore, si differenzia per avere il 22% in meno di zuccheri ed essere molto più ricca di antociani (flavonoidi), che ne danno il tipico colore scuro. Queste sostanze sono dei potenti antiossidanti e si calcola che queste carote ne abbiano 4 volte il contenuto che troviamo in quelle arancioni.Gli antociani sono gli stessi pigmenti che danno il colore a mirtilli, more, ciliegie, uva, fragole, sambuco e anche al cappuccio viola. Insieme al colore ne danno anche le proprietà: potere antiossidante, anti-invecchiamento dei tessuti, di protezione per la circolazione capillare,  anti-infiammatorio, anti-aggregante. Ricca di polifenoli, è un ottimo alleato nella prevenzione del cancro, in particolare quello al colon. Evviva, la carota viola! 

 


Verdura e benefici


Barbabietole: "super"


A tutta birra!

Birra dopo lo sport

Birra, Arrancabirra...a tutta birra! 

La birra fa bene,  innanzitutto all'amicizia e allo spirito. Alzi la mano chi di noi non festeggi una impresa con gli amici, che sia un giro in montagna o in bicicletta oppure una gara, con una fresca e buona birretta.

A Courmayeur ad ottobre si disputa una gara goliardica di corsa in montagna, l'Arrancabirra (http://www.arrancabirra.it/it),  18k - 1400 md+ con splendida vista sul Bianco: ogni anno viene scelto un tema diverso e le iscrizioni chiudono a giugno; ad ogni ristoro si può bere una lattina di birra ed al traguardo attende una festa di musica e birra. Se non ci siete ancora stati, è giunta l'ora di farlo!

La birra tra gli alcolici è considerata tra i meno calorici: una birra media chiara ha un apporto calorico di circa 165 kcal (34 kcal/100 gr provenienti principalmente da carboidrati e alcol, solo residualmente da proteine). La birra è anche ricca di acqua, potassio, calcio, vitamine B e C e calcio.

Quindi via libera (con moderazione, per evitare la famosa pancetta, eheh) alla birra! Ma la domanda è: fa anche bene consumata dopo lo sport?

Facendo attività fisica si dà fondo al glicogeno di fegato e muscoli scheletrici; si perdono anche acqua ed elettroliti, che è importante reintegrare. La birra contiene carboidrati, potassio e sodio: per certi versi è simile ad alcuni sport drink, salvo che per l'alcol. La maggior parte delle birre ha una gradazione alcolica del 4-5%. Bere alcol fa fare più pipì quindi esagerare con la birra non è ideale per chi deve reidratarsi, correndo il rischio di una maggiore disidratazione. L'alcol assunto dopo lo sport sembra influire negativamente anche sui livelli di glucosio rilasciati dal fegato e sul controllo degli zuccheri nel sangue, nonché sembra invece favorire l'aumento di cortisolo (e con esso la perdita di massa muscolare). Quindi birra SI dopo la sport, ma con moderazione: fa bene alla socializzazione, a premiarsi dopo una sfida o una conquista, e a reintegrare!


Le birre artigianali della Valle d'Aosta

Les Bières du Grand St. Bernard

di Alberto Faraldo Talmon

Questo breve articolo non vuole essere, in alcun modo, esaustivo ma solamente dare un panorama di alcune eccellenze italiane, purtroppo poco conosciute al di fuori dell’ambito prettamente locale.

Credo che sia innanzitutto molto importante definire il concetto di “Birra Artigianale” ossia una birra non filtrata, né pastorizzata, assemblata con ingredienti rigorosamente “Premium” siano essi l’acqua (fondamentale) oppure malti, lieviti, luppoli o spezie e, ça va sans dire, prodotta in quantità limitata.

La Valle d’Aosta offre un scelta molto interessante di birrifici artigianali dove degli autentici appassionati producono vari tipi di birre di una qualità che non ha ormai più nulla da invidiare ai mastri birrai belga, tedeschi, o francesi.

Partendo da Aosta città, vi sono due birrifici che meritano sicuramente l’attenzione ed ovviamente una visita!

Il primo è il pluripremiato “Birrifico Aosta” Località Grande Charriere 15, Saint Christophe (dal Lunedì  al : 09:30 – 12:30 e 13:30 – 18:30).

L’altro, a pochi passi da piazza Chanoux, è il “Birrificio B63”, Piazza Severino Caveri – 11100 Aosta (Ao) T. 0165.366992.

In questi primi due, vi è anche la possibilità di ristoro.

Lasciando Aosta città, sulla storica strada che porta al colle del Gran San Bernardo, vi è “Les Bières du Grand St. Bernard” (Fraz. Chambavaz 11 - 11010 - Gignod).

Ho una particolare simpatia per questo birrificio, che, nel corso degli anni, ho visto crescere, raggiungendo livelli veramente ragguardevoli. E’ tutto merito dell’impegno e della passione di due valdostani veramente in gamba, Rémy Charbonnier e Stefano Collé che, dal nulla, hanno creato questo piccolo ma ottimo birrificio, che vi consiglio caldamente di visitare e, soprattutto, “provare”.

In linea d’area non molto lontano da lì ma, in territorio francese, è doveroso segnalare la “Brasserie du Mont-Blanc (128, rue René Cassin 73290 La Motte-Servolex).

Ancora una volta, è la passione dell’uomo a fare la differenza.  Questo birrificio, dopo anni ed anni di vicissitudini (apri/chiudi) è stato “ripreso” da Sylvain Chiron, circa 19 anni fa. Una attenta selezione di materie prime unite all’acqua dei ghiacciai del Monte Bianco danno delle birre uniche e molto saporite.

Concludo ricordandovi di Bere Responsabilmente! Prosit!


Carciofi amici

Uso con parsimonia la parola detox, in un mondo dove fantomatiche diete cosidette detox promettono i miracoli in pochi giorni...la mia idea è invece quella di una nutrizione equilibrata per tutti i giorni, basata su una molteplicità di alimenti. Oggi scopriamo le grandi proprietà del carciofo.

Benefici dei carciofi


Una "vegittica anomala"

Una Marina montanara e una vegittica anomala? Mi hanno definito "vegittica" per la mia preferenza nei confronti di una dieta (in realtà molto variegata) prevalentemente basata su verdura, frutta, legumi e frutta secca, pesce, pasta e riso e prodotti vegetali, bio e a km 0. Eppure, non escludo totalmente carni magre, sono ghiotta di parmigiano, ricotta e yogurt...

Quindi? Non mi piace essere messa in una qualsiasi categoria: in questo blog desidero parlare di nutrizione nell'ambito di uno stile di vita sano e attivo, che rispetti la natura, sia compassionevole nei confronti degli animali e in armonia con gli altri ed il proprio corpo. Compassione verso gli animali ma anche per quei "poveri" esseri umani, che magari vi invitano a cena e sono stati tutto il giorno a cucinarvi il loro migliore ragoût, e per voi stessi: se una volta, soli o in compagnia, vi va un gelato o una tartare o... (sostituite voi i puntini), perché castigarsi e privarsene del tutto? Sono belli i principi, ma come spesso accade diventano poco adattabili/compatibili con la realtà e talvolta con l'umanità. Come si dice, nella vita si cerca di fare il meglio ma soprattutto di fare quel che si può...che siate d'accordo oppure NO! ;-)


Semi di chia

Proprietà dei semi di chia


Semi di zucca

Proprietà dei semi di zucca


Cioccolato fondente e Sport

Proprietà del cioccolato fondente

Proprietà e calorie

Il cioccolato è un alimento prezioso. Sì, perché il cioccolato, che si ottiene dal burro del cacao e dalla polvere tostata dei suoi semi, è una vera miniera di antiossidanti e polifenoli. Ovviamente si deve trattare di cioccolato di qualità, con un’elevata percentuale di cacao e poco zucchero senza  grassi aggiunti. 100gr di fondente contengono 546 kcal, apportate  per la maggior parte dai carboidrati (60%), poi dai grassi (30%), mentre è relativamente povero di proteine, solo il 5% circa del peso. 

Se consumato in piccole dosi (max 40gr), il cioccolato non è solo un alimento energizzante. Il cioccolato fondente è un alimento ricco di polifenoli, molecole note per le loro qualità antiossidanti e protettive nei confronti delle malattie cardiovascolari. Buono anche l’apporto di alcaloidi, come teobromina e caffeina, e di serotonina. Tutte queste molecole sono in modo diverso coinvolte nelle reazioni biologiche che servono a mantenere un buon tono dell’umore. La teobromina, inoltre, contribuisce a conferire al cioccolato proprietà vasodilatatrici e cardiostimolanti. L’azione dimagrante del cioccolato all'interno di una dieta equilibrata e uno stile di vita attivo, poi, è probabilmente dovuta proprio all’apporto di polifenoli, caffeina e teobromina: tutti questi componenti aiutano anche ad abbassare i livelli di colesterolocattivo e diminuire l’assorbimento del glucosio.

Il cioccolato fondente è anche una buona fonte di fibre alimentari, vitamina E e magnesio. 

Fra le sostanze contenute nel cioccolato, una delle più importanti è l’epicatechina che, favorendo l’afflusso del sangue al cervello, agisce sulla memoria e la concentrazione e contribuisce a tener lontana la fame nervosa. L’epicatechina si trova solo nel cacao amaro, ovvero nel cioccolato fondente; nel cioccolato dolce (al latte) questa sostanza viene eliminata, così come nel cioccolato bianco, dove non c’è traccia di polvere di cacao. Un’altra sostanza antiossidante è la procianidina che ha un’azione protettiva sulle cellule e contribuisce a conservare tonici e sodi i tessuti. Ma non è tutto. Perché i principi attivi del cacao, in concorso con l’azione dell’acido stearatico, contenuto nel burro di cacao hanno un effetto antinfiammatorio, aumentano il colesterolo buono (HDL), riducono quello cattivo (LDL) e i trigliceridi.

Leggere bene le etichette - Il cioccolato deve essere amaro, quindi, e di qualità, che é preparato con polvere secca di cacao bio (fino al 70%), burro di cacao (circa 20%) e zucchero grezzo di canna. Talvolta viene aggiunto un aroma naturale, come la vanillina.

Cioccolato e Sport

Molti studi confermano quanto il cioccolato nero faccia bene alle prestazioni sportive.

E’ stato dimostrato che una dieta in grado di aumentare i livelli di ossido nitrico tramite assunzione di nitrati  può ridurre le richieste di ossigeno durante l’esercizio submassimale. Il meccanismo fisiologico alla base di questi miglioramenti è abbastanza complesso ma in concreto fornisce 3 miglioramenti importanti: 1) potrebbe potenzialmente aumentare la vasodilatazione; 2) migliora l’assorbimento del glucosio; 3) regola la contrazione muscolare.

L’alimento in grado di aumentare la biodisponibilità di Ossido Nitrico per eccellenza è la Barbabietola.

Dietro l’angolo però, c’è sempre qualche alternativa più golosa che apporta gli stessi benefici. Per la felicità di noi sportivi, ecco la sorpresa: il cioccolato fondente. Recenti studi infatti hanno riportato che il cioccolato fondente apporta miglioramenti vascolari molto simili a quelli della Barbabietola.

Gli effetti del cioccolato fondente sulle funzioni delle arterie sembrano dimostrati, come anche gli effetti antiossidanti e la migliorata attività vascolare grazie all’utilizzo del cioccolato fondente nell’alimentazione.

Tutto questo grazie alla grande quantità di un gruppo di sostanze antiossidanti facenti parte dei FLAVONOIDI (di cui abbiamo già parlato) che sono le Epicatechine. Sostanze presenti soprattutto nel Tè Verde.

Fino ad oggi, nessuno studio aveva ancora affrontato il legame tra il consumo di cioccolato fondente e il suo possibile potenziale di ridurre la domanda di ossigeno durante l’esercizio fisico di moderata/elevata intensità.

Il cioccolato fondente fa bene allo sportivo anche per le proprietà antinfiammatorie del cacao, nonché per la presenza di magnesio e caffeina. 

Come già ribadito, suggerisco il suo consumo all'interno della dieta quotidiana, non in allenamento o in gara.

Il mio preferito? Quello di Modica e le scorzette di arancia candita ricoperte di fondente!🍫

👉 da non perdersi in Città...

Odilla Chocolat

Via Fratelli Carle 38

Torino

https://www.odillachocolat.it/


Una Mela al giorno...

Le proprietà della mela


Ananas

Proprietà dell'ananas


Topinambur lover

Proprietà del topinambur


Finocchi

Proprietà del finocchio


Sport di resistenza e Nutrizione

Sport di resistenza


Allenamento e Spuntini

Spuntini


Miele e Cannella

Benefici


Limone

Proprietà


Fragole

Benefici


Asparagi

Proprietà degli asparagi.

La stagione comincia a fine marzo e termina a fine maggio-giugno. Ecco qui riportate, calorie e proprietà.